Oggi voglio parlarti dei meravigliosi miracoli che puoi ricevere mangiando cavoli e verze.

Questa tipologia di ortaggi è una tra le più importanti  tra i cibi “medicina” e comprende cavoli cappucci, verze, cavolfiori, cavolini di Bruxelles, ecc…

L’azione salutare di queste piante dipende dalla presenza di alcuni importanti composti solforati (gli indoli), responsabili dell’odore, per alcuni sgradevole, che si genera durante la cottura.

Possiedono buone dosi di vitamina C e altre sostanze antiossidanti, acido folico, e tanta fibra. Contengono mucillagini (utili nelle coliti ulcerose), un principio protettore delle mucose, zolfo, rame, calcio, fosforo, iodio, potassio, ferro, magnesio, che danno loro proprietà remineralizzanti e ricostituenti.

Le indicazioni terapeutiche sono vastissime.

 

Vengono indicati soprattutto per la cura di traumi, infiammazioni e irritazioni.

Appena ammorbidito in cottura e deposto sulla parte dolorante sembra dare immediato sollievo.

E’ accertata la sua azione preventiva sui tumori al colon, se inserito con regolarità nell’alimentazione.

E’ anche utilizzato tradizionalmente nella prevenzione e cura dei parassiti intestinali.

Viene inoltre indicato come di una certa utilità in mille altre patologie (da solo o in associazione) come per esempio bronchiti e sinusiti, affezioni cardiache, catarri, problemi epatici, ulcere, demineralizzazioni, insolazioni, stati depressivi, dolori muscolari e reumatici, gotta, edemi, eczemi, emorroidi, foruncoli, varici, flebiti, gastriti, lombaggini, punture d’insetti, sciatica, congiuntiviti, scottature, screpolature. Nella maggior parte dei casi è usato come cataplasma locale, altre volte come succo, decotto o semplicemente in foglia fresca.

Insomma, è proprio un ortaggio con mille poteri miracolosi.

 

In cucina è possibile rendere appetitoso qualsiasi secondo piatto con l’aggiunta di qualche foglia di cavolo. Si possono fare polpette avvolte su foglie di cavolo o zuppe a base di verza.

Sicuramente si possono usare anche crudi in insalata da soli o mischiati con un po’ di lattuga.

Altra idea è fare una stupenda insalata con tonno e qualche pezzetto di peperone rosso e giallo.

Ottima è anche una frittatina con un po’ di cipolla e di verza o con un aggiunta di trevisana, abbinamento buonissimo e salutare.

 

 

Il cavolfiore, infine, può essere cotto al vapore con un po’ d’aceto lasciandolo ancora un po’ duro (non è più tanto salutare se lo si riduce ad una pappetta) e gustato con un filo di olio extravergine.

Come condimento per un piatto di spaghetti, insieme a un po’ di aglio e peperoncino, è una delizia. Ma i più coraggiosi potranno sbriciolarne un po’ nell’insalata mista, anche crudo. Darà quel sapore un po’ piccante, che vi porterà a ripetere l’esperimento.

Infine i crauti, fermentati naturalmente, e senza vicino la salsiccia, sono un piatto sano e gustoso, in grado di dare sapore a qualunque pietanza.

A questo punto non vi resta altro che iniziare a sperimentare.

Provate nuovi sapori alla ricerca di qualcosa che sia sano dal punto di vista nutrizionale e allo stesso modo sfizioso nel gusto.

 

Simona Minelli, ideatrice del Metodo PanciaSnella.

Vuoi ricevere le prossime novità e offerte in anteprima?

Registrati alla Newsletter e riceverai subito gratis “I PRIMI SETTE PASSI PER DIRE ADDIO A GRASSO E CELLULITE” e un buono da € 60 per primo trattamento “Detox Total Body” che comprende trattamento + diagnosi + materiali bonus (valore di listino €130).